il Molino

il Molino

lunedì 29 febbraio 2016

Corna di gazzella senza glutine



Carissimi eccomi nuovamente qua. Purtroppo ultimamente non mi posso dedicare molto alla cucina e quindi mi riesce difficile pubblicare nuovi post. Anche per voi vale il proverbio "Anno bisesto, anno funesto"? Ho riscontrato che questo detto popolare per quanto mi riguarda è azzeccatissimo. Non vi voglio tediare con lamentele sulle cose che ultimamente non girano come dovrebbero, ma devo ammettere che questo anno è partito un po' maluccio e per il momento non sembra riprendersi. Anzi avete presente quella goccia continua che alla lunga crea enormi danni? Ho riflettuto sull'origine di questa sfortuna ricorrente e soprattutto concentrata in determinati anni; ebbene sono giunta ad una conclusione non propriamente scientifica, ma forse plausibile: sono nata durante un anno bisestile!!! Che dite è così?
Oggi vi propongo una ricetta marocchina. Già dal nome si capisce che è un dolce "Anti-jella" ed è pure buono!!! Però quando lo preparate state attenti a sigillarlo bene, perchè in cottura potrebbe aprirsi e se ciò avviene più che corna sembrano vongole mandorlate...

Ingredienti

- 125 g di farina per pane senza glutine (Io Schar)
- 125 g di farina per dolci senza glutine
- 30 ml di olio di semi di girasole
- 90 ml di spremuta d'arancia filtrata

Per farcire

- 100 g di mandorle pelate
- 1 uovo piccolo
-75 g zucchero semolato
- 25 ml di spremuta d'arancia filtrata
- cannella in polvere

Procedimento

Mettete nella planetaria o in una ciotola la farina, la spremuta ed infine l'olio e lavorate velocemente fino ad ottenere un impasto sodo. Formate una palla, avvolgetela in pellicola per alimenti e lasciate riposare in frigorifero per 30 minuti.
Preparate la farcitura: tritate finemente nel mixer le mandorle con lo zucchero e la spremuta, trasferite il tutto in una ciotola ed amalgamatevi l'uovo con un pizzico di cannella e lavorate sino ad ottenere un impasto omogeneo.
Tirate la pasta in una sfoglia di 5 mm di spessore con il matterello sul piano di lavoro infarinato, ritagliate dalla pasta dei dischi di circa 8 cm di diamentro con un tagliapasta, meglio se dentatato, io non l'avevo quindi ho utilizzato quello normale,  collocatevi al centro un po' di farcitura.
Spennellate i bordi dei dischi con acqua, coprite la farcitura ripiegando la pasta, sigillate molto bene i bordi pressandoli con i polpastrelli e modellate i dolci a forma di "corna" piegando le punte all'insù. fate cuocere in forno già caldo a 180° C per circa un quarto d'ora. Lasciate raffreddare e servite.









Nessun commento:

Posta un commento